Le preghiere - sannicolasaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le preghiere

Vita del Santo

PREGHIERA

O glorioso S. Nicola da Longobardi, eccomi
supplichevole ai tuoi piedi fiducioso di spe-
rimentare anch’io l’efficacia meravigliosa
della tua intercessione. Tu che tanto puoi
presso la Santissima Trinità ottienimi, ti pre-
go, il perdono delle mie colpe, il vigore ne-
cessario per resistere alle tentazioni, un
fervido e costante amore a Gesù e a Maria,
e fa’ che, fedele alla mia consacrazione bat-
tesirnale, sia reso degno di giungere nel cielo
a magnificare con te le grandezze della di-
vina misericordia.
(
con approvazione ecclesiastica)

               INNO AL BEATO NICOLA DA     
Landi a te, o Beato Nicola,
San Francesco ti volle suo figlio,
A chi prega dài pace e consiglio,
Carità, grazia, fede e virtù,
Sgorga il canto dal cuore e a te vola.
A te vola il pensier dei devoti
Le preghiere, i più fervidi voti
Per noi porgi quest’oggi a Gesù.
La gran luce, che splender fu vista
Sulla casa ove appena eri nato.
Fu l’ann-unzio che un essere beato
Per noi giunto era in santa umiltà
A te il duolo che oggi ci attrista
Confidiamo, Te oggi invochiamo
A Maria, a Gesù ti preghiamo
Dir la grazia che a cuore ci sta.

LONGOBARDI    

Tu, Nicola del Ciel benedetto,
Desti al corpo ogni strazio crudele;
Posti al Santo di Paola fedele
Nell’offrire le pene a Gesù.
E sanasti, e il profetico detto
Rivelò con sapienza i misteri.
Pure affranto dai riti severi
Emanavi celesti virtù,
Presso Te furon visti accorrenti
Duci, prenci, prelati, infelici,
E da te sempre tutti felici
Ritrovaron la speme del cor.
Le Tue mani, pietose, indulgenti.
Risanarono storpi e malati,
Ritornando poi tutti beati
Alla casa piangenti d’amor.


        INNO PREGHIERA AL BEATO NlCOLA (l)   

                           I.
Eleviamo un dolcissimo canto
a Nicola, o fratelli, in onore:
e invochiamol con tutto l’ardore
ché la pace c’impetri dal Ciel.              
                           Rit.
O Beato, l’aiuto possente
porgi a noi che lottiam nei perigli:
fa’, deh! pure che i nostri bei gigli
abbian sempre profumo e candor
                          II.
Salve, salve, o Nicola glorioso
giglio intatto di puro splendore,
con la gioia più viva nel cuore
noi veniamo fidenti ai tuoi piè,
O Beato, etc.
                          III.
Deh! ne volgi pietoso lo sguardo;
benedici,consola le schiere
supplicati con calde,preghiere
che a te vengon con fede ed amor.
O Beato, etc
                            IV.
Guarda:il mondo ci assale ruggente
Per macchiarci di turpe lordura;
o Beato,di noi abbi cura,
il peccato da noi tien lontan,
O Beato, etc
    V.

Ci consola nel pianto e nel duolo,
fa’ che dolce si renda il soffrire,
a chi un dì ci sia dato venire
nell’Empireo,a godere con Te.
O Beato, etc
                            VI.
 Quando giunti all’estremo momento
della vita sarem tutti quanti,
deh! tu accorri con gli Angeli e i(Santi)
al tuo Dio ci conduci nel Ciel.
O Beato, etc
                               VII.
Fa’, infine, o castissimo eroe,
che la pace ritrovi la terra,
stia lontana dai popoli la guerra,
ci affratelli il sorriso d’amor.
O Beato, etc
                              VIII
Salve, salve, o Nicola glorioso
A Te sempre verrem con amore,
per i palpiti offrirti del cuore,
per non mai più partirci da Te.
O Beato, etc
                                IX
Tu preserva da ogni malanno
Longobardi,tua Patria diletta,
nel tuo cuore pietoso ‘l ricetta
tienilo sempre fedele al Signor.
 O Beato, etc
                         Versi  di Emilio Frangella                



 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu